Vai al contenuto

Dal 17 al 23 giugno si è svolta l'Undicesima edizione del Judo Camp organizzato dal Jigoro Kano Firenze in collaborazione con Ronin Firenze nella stupenda cornice della Fattoria "La Principina" a Principina Terra (Grosseto). Il Camp ha visto la partecipazione di circa 60 ragazzi/e dell'età scuola elementare e prima media.

Successivamente, dal 1° al 7 luglio, si è svolta la Prima edizione del Judo Camp Adulti, stavolta presso la "Casa in Maremma" di Scarlino (Grosseto), con la partecipazione di 20 motivatissime/i atlete/i del Jigoro Kano Firenze. Durante la settimana alcune lezioni sono state svolte dal Maestro Lauro Fedi, insegnante di grande valore tecnico e grande capacità educativa.

Grazie a tutte/i i partecipanti!!

Immagini e video nella nostra pagina Facebook: www.facebook.com/jigoro.kanofirenze

Sabato 2 giugno 2018 al Palazzetto dello Sport "Il Perticale" di Piombino (Livorno) si è svolto il terzo Trofeo "Piazza Bovio", organizzato dalla Associazione Sportiva Judo Piombino.

La trasferta, cui hanno preso parte anche numerosi genitori che hanno approfittato della bella giornata per pranzare tutti insieme, ha permesso a dodici dei nostri atleti (Esordienti A, B e Cadetti) di partecipare alla gara tenendo alto il nome del Jigoro Kano Firenze anche in questa occasione.

Sul primo gradino del podio è salito Ferdinando Gandini (ES-A); sul secondo gradino Damiano Salvietti (ES-A), Marta Maggini ed Andrea Tangocci (ES-B), Saverio Bellone, Oliviero Toccafondi e Lorenzo Matteucci (CAD); mentre si sono aggiudicati il terzo posto Samuele Salvietti (ES-A) e Leonardo Bani (CAD). Hanno partecipato alla gara anche Pietro De Gregorio (ES-A), Giacomo Tangocci e Leonardo Aliani (CAD), che purtroppo non sono riusciti a salire sul podio.

La nostra Società, visto l'alto numero di judoka e le numerose medaglie portate a casa, si è anche aggiudicata il secondo posto nella classifica di tutte le società partecipanti alla competizione.

Complimenti a tutti i nostri judoka ed un ringraziamento agli accompagnatori Roberto Rossi, Alessandro Alvisi e Franco Fontanelli.

Oggi il nostro Danilo Matteucci ha conseguito la qualifica di insegnante tecnico categoria Istruttore.

Dopo un corso "full immersion" che lo ha visto impegnato presso il Centro tecnico Federale di Lido di Ostia, Danilo ha superato l'esame finale, ottenendo meritatamente la qualifica. Eccolo qui che per l'occasione indossa il nuovo judoji arrivato dal Giappone!

Da notare che il corso è stato riservato a 35 tecnici in tutta Italia, che sono stati selezionati tramite un bando pubblico che prevedeva vari criteri di punteggio. Ebbene Danilo è rientrato fra i "top 35" e ha partecipato al corso accanto a judoka di livello internazionale come la campionessa olimpica Giulia Quintavalle, l'olimpionico Nicola Casale e altri campioni.

Una bella soddisfazione per Danilo e ovviamente per tutti noi tutti del Jigoro Kano Firenze, orgogliosi e felici per l'importante traguardo raggiunto dal nostro Maestro.... ops... Istruttore!!

 

Anche quest'anno il Jigoro Kano Firenze, come da tradizione, ha organizzato la festa di fine corsi che, per il secondo anno consecutivo, si è svolta presso il Centro Commerciale "San Donato" di Novoli, grazie alla preziosa collaborazione con l'ASC - Associazioni Sportive Confederate.

All'evento hanno partecipato tutti coloro che frequentano il nostro Dojo: dai più piccoli della scuola materna, per passare ai fanciulli delle elementari, dai ragazzi delle medie, a quelli delle superiori, fino agli atleti agonisti e agli amatori. Tutti accompagnati da genitori, parenti, amici e sostenitori. Insomma il bell'evento di sempre, con esibizione, premiazioni e apericena al quale siamo abituati ma che per nulla al mondo ci faremmo mai mancare!

Ma stavolta è stata l'occasione per salutare e premiare un piccolo atleta che quest'anno ha iniziato a praticare il Judo e per farlo ha scelto il nostro Dojo. Per lui è stato un anno intenso, partecipato e sicuramente impegnativo, ma lo ha trascorso nel Dojo con dedizione, costanza e serietà insieme con i compagni e le compagne del suo corso, trovando sempre il modo di restituire gentilezza, simpatia e serenità a tutti coloro che gli sono stati accanto. Nel conferirgli la cintura gialla, il Maestro Danilo ha detto che lui stesso ha avuto molto da imparare dal nostro piccolo atleta. Perché nel Judo è così: si condivide e si sta insieme per crescere e progredire. E in questo percorso non si è mai "arrivati" e può capitare che anche un Maestro abbia da imparare da un bambino.

Ci dispiace (per noi) che il nostro piccolo compagno debba trasferirsi e che quindi a settembre non potrà più venire a frequentare il nostro Dojo. Però siamo sicuri che qualcosa di noi porterà con sé, così come tutti porteremo con noi molto di quello che lui ci ha donato.

Quindi, un grande abbraccio GABRIELE e i nostri più grandi auguri per il tuo futuro!!